incontri con l’autore
Giovedì 22 Aprile ore 21.00
Auditorium Istituto E. Mattei CONSELVE – Padova

Roberto Vecchioni
presenta
Il Libraio di Selinunte (Einaudi)

nell’ambito della rassegna Incontri con l’Autore 2003-2004 promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Conselve e organizzata da Bruna Coscia

INGRESSO LIBERO

La rassegna continua con Francesco Guccini che presenterà Cittanova Blues, Venerdì 21 maggio ore 21.00
Info 3389726412 b.coscia@libero.it

L’Autore: Roberto Vecchioni è nato a Milano nel 1943 da genitori napoletani. Nel 1968 si è laureato in lettere antiche all’Università Cattolica di Milano dove è rimasto per due anni in qualità di assistente di storia delle religioni, proseguendo poi la sua attività di insegnante di greco e latino nei licei classici. Le sue due anime di insegnante e cantautore si sono riunite nel ’99 quando ha iniziato ad insegnare “Storia letteraria della canzone italiana” all’Università . La sua attività nel mondo musicale ha inizio molto presto, negli anni ‘60, quale autore per cantanti affermati (Vanoni, Mina, Zanicchi, Cinquetti, eccetera) proponendosi dal 1971 anche come interprete delle sue canzoni E’ del 1973 la sua partecipazione al Festival di San Remo con “L’uomo che si gioca il cielo a dadi”, ma solo nel 1977, con il successo di “Samarcanda”, verrà avvicinato dal grosso pubblico. Nelle sue canzoni parla d’amore e di cose perdute o ritrovate, di occasioni non colte, di affetti vicini e lontani: la sua dimensione più precisa è il sogno, il ricordo. La scelta è quella di un linguaggio ironico, spesso autobiografico e spiccatamente favolistico che attinge da miti e trame storiche rese attuali, come parabole. Ha composto ventidue album, superando i 5 milioni di copie vendute. Tappe fondamentali del suo successo pubblico sono state “Samarcanda” (1977), “Robinson” (1980), “Milady” (1989), “Per amore mio” (1991), “Camper” (1992) che gli fa vincere il Festivalbar con il singolo più ascoltato dell’anno “Voglio una donna” e “Blumùn” (1993).
Nel 1983 ha pubblicato il “Grande Sogno”, libro di poesie, racconti e testi per canzoni, edito dalla Milano Libri. Nel giugno del 1996 ha pubblicato con Einaudi “Viaggi del tempo immobile”, dieci racconti popolati di personaggi importanti mai visti da un’angolatura personale. Nel 1998 ha collaborato con l’enciclopedia Treccani curando la voce “Canzone d’autore” e ha ricevuto il premio per la pace Giorgio La Pira. Le parole non le portano le cicogne, edito da Einaudi, è uscito nel 2002

Il libro
Ispirato ad una delle canzoni dell’ultimo album “Rotary club of Malindi”, il libro parla di un ragazzo che esce nottetempo di casa, eludendo la sorveglianza dei genitori, per recarsi nella bottega di un librario che passa le notti a leggere. Il ragazzo s’innamora di questa figura e grazie a lui assorbe le mille storie che nei libri sono custodite. Un giorno gli abitanti del villaggio, mossi dall’odio e dall’invidia, bruciano la libreria. Il librario è introvabile, forse morto nel rogo. Sarà il ragazzo a scoprire dentro di sé la sua voce perduta…

 

Categorizzato in: