Parlami oltre quel muro di silenzio.
Muta, ogni cosa intorno, ogni eco spenta.
Nell’incessante battere del tempo
non c’è nulla di salvo, alcuna voce.

Parlami oltre quel muro di silenzio
dimmi che l’inquietudine nascosta
ha partorito il seme dell’oblio.
Rinascerò da questo, in sua memoria.

Dimentica del fiume di parole
che assordanti si fecero baluardo
col cuore aperto attenderò dei suoni,
sereni, oltre quel muro di silenzio.

*** *** ***

COME UN PULCINELLA

Il pugno chiuso, stretto
a trattenere l’attimo fuggente.
La mente attenta e tesa
a non lasciar fuggire quel momento.

Fotografia e memoria di un vissuto
scolpito in cuore, seppure già vinto,
forse atteso e lasciato tra le ore
colme soltanto di malinconia.

Diario d’una storia, d’un amore
maltrattato, deriso e ripudiato.
Pulcinella scherzoso, rubacuori
per le strade del mondo abbandonato.

Nadia Angelini
e-mail: angelini.nadia@fastwebnet.it

Categorizzato in: