di Viviana Mazza

sdd 1 - STORIE 
 DI DONNE, D'AMORE (E DI DIVORZIO) NELL'ARABIA SAUDITA DI OGGI
Tasneem Alsultan

Una fotografa racconta con le immagini il faticoso cammino delle donne del suo Paese verso l’emancipazione. Tra passi in avanti e assurde discriminazioni, cercano un equilibrio. Ma l’Occidente non è il modello
A 17 anni si è sposata, a 21 era madre di due figlie. A 27 ha divorziato, in Arabia Saudita. È da questa esperienza che nasce il progetto fotografico di Tasneem Al Sultan Saudi Tales of Love, in mostra dall’8 aprile a Firenze per il festival Middle East Now: immortalare storie d’amore e di divorzio, in uno dei Paesi più conservatori e chiusi al mondo.
Al Sultan ha dato a lungo la colpa ai genitori per aver lasciato che si sposasse così giovane; loro replicavano di non averla mai incoraggiata a farlo e di essersi opposti al divorzio solo per il bene delle bambine. È stato il suo lavoro di fotografa di nozze ad aprirle gli occhi. Assistendo a decine di sfarzose cerimonie segregate (uomini e donne festeggiano separatamente), spesso combinate, ha cominciato a riflettere sulle aspettative della società nei confronti delle donne: «Quando finisci le superiori, la gente ti chiede quando ti fidanzerai. Appena trovi marito, ti domandano quando avrai un figlio. È come se l’uomo che sposi e quello che metti al mondo fossero l’unica ragione della tua esistenza», le dice una stilista di Riad. Il divorzio è visto ancora da alcuni come un tabù: a Tasneem fu detto da un parente che disonorava le sorelle e le figlie, e che nessuno le avrebbe più volute.

Continua a leggere: Storie di donne, d’amore (e di divorzio) nell’Arabia Saudita … – IO donna

Leggi anche: Sherin Khankan, la prima donna Imam in Scandinavia che predica parità e femminisno

Categorizzato in:

Taggato in: